|

Paramahansa Yogananda sul kriya Yoga

27 gennaio 2020

Paramahansa Yogananda

Fonti d’ispirazione dalla eNewletter di gennaio

Questo mese condividiamo con voi alcuni ispiranti pensieri di Paramahansa Yogananda sul kriya Yoga, l’antica scienza della meditazione che, su richiesta della linea di successione dei nostri Guru, egli introdusse nel mondo occidentale, cento anni fa, nel 1920.

Fu in seguito alla richiesta e grazie alle benedizioni di Mahavatar Babaji…. del Cristo, del mio Guru e dei Paramanguru, che venni in occidente e intrapresi il compito di fondare la Self-Realization Fellowship perché potesse servire come strumento atto a preservare e diffondere nel mondo la scienza del kriya Yoga. Nell’impartirmi le sue benedizioni, prima che venissi in America nel 1920, Mahavatar Babaji mi disse che ero stato prescelto per la sacra missione……In seguito egli predisse: “Verrà il tempo in cui il kriya Yoga, la tecnica scientifica per la realizzazione di Dio, si diffonderà in tutti i paesi contribuendo a unire in armoniosa fratellanza tutte le nazioni, grazie alla percezione trascendente che ogni uomo avrà del Padre Infinito”.

Il Kriya Yoga non solo indica la strada maestra per l’ascensione dell’anima allo Spirito, mette a disposizione dell’umanità una tecnica che, grazie alla pratica giornaliera e all’aiuto del Guru, consente al devoto, di ritornare al Regno di Dio. Un insegnamento teorico può solo condurre ad uno successivo, ma chiunque pratichi con sincerità il kriya Yoga giungerà alla realizzazione di come esso sia la via più breve e il mezzo più veloce per raggiungere il Regno dello Spirito.

Il kriya Yoga non è una comune tecnica di respirazione: è la più elevata tra le tecniche di pranayama conosciute, grazie alla quale è possibile controllare la forza vitale nel corpo realizzando in tal modo la coscienza cosmica.

Gli effetti del kriya Yoga portano con sé la pace e la beatitudine massime. La gioia provata con il kriya è maggiore di tutte le piacevoli sensazioni fisiche messe insieme. “Indifferente al mondo sensorio, lo yogi sperimenta la sempre nuova gioia dell’Essere. La sua anima assorta nell’unione con lo Spirito, egli raggiunge l’indistruttibile beatitudine”. (Bhagavad Gita V:21)

Approfondite la lettura degli insegnamenti di Paramahansa Yogananda sul kriya Yoga, presentati, con graduali istruzioni, nel ciclo completo di Lezioni della Self-Realization Fellowship - un corso di studi a domicilio, reso disponibile nel mondo intero, a tutti gli individui interessati.

Copyright © Self-Realization Fellowship. Tutti i diritti sono riservati.