|

Un messaggio di Sri Mrinalini Mata per la Pasqua 2016

Jesus Christ

“O Cristo, benedici tutti noi in questo mattino, affinché comprendiamo il significato universale della tua resurrezione: fa’ che le nostre anime, riflessi della Coscienza Cristica, risorgano per sempre nella tua Coscienza immortale”.

Paramahansa Yogananda  

i più gioiosi auguri di Buona Pasqua a tutti voi, da parte dei devoti degli ashram di Paramahansa Yogananda! Il Maestro ci ha insegnato a celebrare con reverenza il messaggio pasquale della resurrezione, riconoscendo che contiene un’eterna assicurazione rivolta a tutti i figli di Dio: per quanto fosche possano essere le nubi tempestose che incombono su questo mondo travagliato, noi abbiamo il potere di elevarci al di sopra dell’oscurità, e giungere a una coscienza ben più vasta, quella della luce e della gloria di Dio.

Gli avatar come il beato Signore Gesù si incarnano per mostrarci con il loro esempio come condurre una vita divina pur essendo circondati dalle dualità della creazione. Essi hanno affrontato le forze avverse di maya, come tutti noi dobbiamo fare, e le hanno vinte. A prima vista la crocifissione di Cristo poté sembrare un’infamante sconfitta. Ma, come un fulgido raggio di luce che squarcia l’oscurità, la sua resurrezione fu una vittoria gloriosa, non solo sulla morte ma, simbolicamente, su tutte le limitazioni delle creature mortali, una vittoria che, per ogni anima ricettiva, continua a esaltare questa verità: noi non siamo il corpo, siamo esseri divini, irrevocabilmente dotati dell’immortalità, della gioia e dell’amore dello Spirito.

Le sacre giornate del periodo pasquale richiamano alla mente tanti commoventi episodi del dramma divino interpretato da Gesù, e sono motivo di perenne incoraggiamento ed elevazione per l’intera famiglia umana. Il nostro guru Paramahansaji ha scritto: “Gesù sapeva che la sua resurrezione avrebbe reso manifesta l’onnipotenza divina, mentre la crocifissione avrebbe esemplificato l’umiltà di Dio, che desidera educare soltanto con l’amore i Suoi figli ribelli, ancora immersi nell’ignoranza”. La Pasqua, se celebrata riconoscendone il vero significato spirituale, è quindi un momento di somma letizia, un momento per tornare a essere consapevoli che possiamo avere una vita colma di gioia divina se ci impegniamo a risorgere ogni giorno, negli atteggiamenti, nelle azioni e nel modo in cui entriamo in rapporto con gli altri. Vivendo in un mondo imperfetto, è facile puntare l’attenzione sui difetti che troviamo negli altri, nella società e in noi stessi. Ma se cerchiamo il bene, se facciamo del bene e tentiamo di far emergere quanto c’è di buono nelle svariate circostanze che ci si presentano, instauriamo un legame tra le nostre esperienze quotidiane e il potere redentore dell’amore divino immanente in questo mondo, la Coscienza Cristica che pervade ogni cosa.

Tutti abbiamo le nostre croci da portare, ma il modo in cui scegliamo di farlo determina quale effetto avranno su di noi. La vera vittoria riportata da Gesù Cristo consiste nell’amore e nel perdono che egli dimostrò sulla croce. Qualcosa di simile avviene nella nostra vita: le esperienze a cui l’ego si ribella possono essere occasioni di liberazione per l’anima. Quando l’orgoglio del “piccolo io” viene crocifisso, abbiamo modo di coltivare l’umiltà, e trovare la pace che ne consegue. Quando siamo oggetto della malevolenza altrui, possiamo vincere gli impulsi dell’ego dando in cambio gentilezza e comprensione. Se, di fronte a qualche problema o malessere fisico, reagiamo con coraggio, equilibrio e fede nella volontà di Dio, possiamo far emergere la natura eroica dell’anima e, abbandonandoci fiduciosamente al Signore, rendere più profondo il rapporto con Lui. Noi abbiamo sempre il potere di scegliere la luce anziché l’oscurità. Le scelte che compiamo possono trasformare le nostre croci in strumenti per raggiungere la perfezione, facendo risorgere l’anima e la sua eterna beatitudine dalla tomba della coscienza terrena.

Vi auguro di percepire questa resurrezione interiore nella quiete della meditazione e nel costante pensiero di Dio, vivendo ogni giorno la Sua presenza. La mia preghiera pasquale per voi è che l’infinito amore cristico, da cui sono stati pervasi Gesù e tutti i divini Maestri, vi ridesti alla consapevolezza del vostro Sé immortale e delle qualità divine dell’anima, affinché la vostra vita e le vostre azioni possano limpidamente irradiare la luce, la pace e la bellezza di Dio.


A voi e ai vostri cari, i miei affettuosi auguri di una Pasqua colma di gioia e di benedizioni,

Mrinalini Mata's Signature

Sri Mrinalini Mata

Shop Bookstore   |   eNews   |     Donate   |   Contact Us   |   Sitemap   |   Audio Video Index   |   Privacy Policy   |   Terms of Use  
Copyright © Self-Realization Fellowship. All Rights Reserved.