|

 

 

"Infrangete tutte le limitazioni affinché la culla della vostra coscienza sia così vasta
da accogliere l’infinito Cristo bambino". 

Paramahansa Yogananda

Natale 2013

 

Vi giungano i più fervidi auguri natalizi da parte di tutti noi che risediamo negli ashram di Gurudeva Paramahansa Yogananda e le nostre preghiere affinché, in questa sacra stagione che celebra la nascita dell’amato Gesù, possiate sentire nella vostra coscienza, resa ricettiva dalla devozione e dalla meditazione, l’infinito amore cristico che permeò la sua vita. Il velo illusorio che ci separa dal Divino si solleva quando il cuore e la mente si aprono al tocco della grazia di Dio, che giunge a noi tramite coloro che riflettono in modo puro la sua luce. L’oscurità di questo mondo in preda ai conflitti svanisce, e la pace colma il nostro essere; si accende in noi una nuova speranza e l’anima ricorda la sua vera natura che non conosce confini. Sono questi i doni sempre nuovi dell’ universale coscienza cristica.

Il significato della vittoriosa vita di Gesù è quello di far rinascere il coraggio e la fede affinché, come Lui, possiamo manifestare la divina coscienza che è dentro di noi e attende di essere risvegliata grazie alle benedizioni di Dio e alla nostra ricettività. Quando il cuore delle persone cambia, anche la coscienza dell’intera umanità viene elevata e trasformata dalle vibrazioni di coloro che vivono secondo le leggi dell’amore e della verità. Ciascuno di noi deve fare la sua parte in questo processo di trasformazione espandendo la propria coscienza per accogliere il Cristo infinito presente in Gesù. Non esistono barriere che ci possano separare dalla presenza universale di Cristo, se non nella nostra mente e nel nostro cuore. “Se desiderate che Cristo si manifesti nella vostra coscienza in modo tangibile”, ci ha detto Gurudeva, “dovete infrangere ogni ostacolo”. Durante i vostri preparativi natalizi, soffermatevi sull’illuminante pensiero che potete scegliere di rimuovere dal vasto territorio della vostra coscienza le soffocanti barriere erette da maya, dalle paure e dai pregiudizi dell’ego. Quale pace risanante si prova quando liberiamo la mente dai risentimenti, dai pensieri critici o egotistici e saturiamo il nostro essere di quello stesso spirito di compassione e di accettazione espresso da Gesù, quando coltiviamo l’umiltà che non ha bisogno di riconoscimenti esteriori, l’amore che tutto perdona, quell’amore che gli impedì di provare odio durante la più ardua delle prove. Sviluppando le qualità che conducono alla libertà dell’anima, permetterete all’amore e alla pace di Cristo, che sono il vero spirito del Natale, di entrare nel vostro cuore.

La suprema esperienza di Dio, acquisita da Gesù, si rivela nel silenzio sempre più profondo della comunione interiore. Comincia allora a sgorgare nel cuore un amore sconfinato che non può più essere contenuto, ma che si espande sempre più verso tutte le altre anime fino ad includerle come parte di noi stessi. La percezione di questa unità è il dono supremo che Dio offre a ciascuno di noi. Mentre accogliete il Cristo universale nel tempio della vostra anima onorandolo nel pensiero e nell’azione, possa la vostra gioia natalizia essere completa e rimanere con voi ogni giorno del nuovo anno come sempre crescente consapevolezza del Cristo presente nella vostra vita.

Auguro a voi e ai vostri cari un Natale colmo di gioia e di benedizioni


Sri Mrinalini Mata

Copyright © 2013 Self-Realization Fellowship. Tutti i diritti riservati.

Shop Bookstore   |   eNews   |     Donate   |   Contact Us   |   Sitemap   |   Audio Video Index   |   Privacy Policy   |   Terms of Use  
Copyright © Self-Realization Fellowship. All Rights Reserved.