Un messaggio di Brother Chidananda per la Pasqua 2018

Jesus Christ

Fate sì che questo sia il giorno del vostro risveglio in Cristo… Voi potete compiere questa resurrezione ogni giorno della vostra vita. Dimenticate le antiche debolezze e difficoltà. Pensate soltanto: “Cristo è risorto, e io sono risorto con lui. Non sono più il mio vecchio io”.

Paramahansa Yogananda

La resurrezione di Gesù Cristo è un faro radioso di speranza e di gioia per tutta l’umanità, poiché contiene l’assicurazione di una verità che porta all’espansione della nostra coscienza: la certezza che ciascuno di noi è un’anima invincibile e immortale, destinata a liberarsi dalla schiavitù dell’illusione di essere mortale, e a manifestare la propria natura essenzialmente divina. La vita di Gesù e il suo trionfo sulla morte sono un appello a far risorgere la libertà della nostra anima dalle imposizioni dei sensi e delle abitudini e dalla meschinità della coscienza dell’ego, affinché viviamo com’è vissuto lui, nella luce infinita e nell’amore incondizionato dell’universale Coscienza Cristica.

Dentro ciascuno di noi esiste il pressante bisogno di sviluppare le nostre più alte potenzialità, di tornare a sentire la nostra gioia innata, la nostra assoluta libertà e onnipotenza, dimenticate dal momento in cui siamo rimasti coinvolti nell’illusione di maya. L’esempio di Gesù, come di altre personificazioni della Coscienza Cristica, ci ricorda che possiamo far risorgere ogni giorno noi stessi dall’illusione di essere vittime inermi delle dualità di questo mondo in continuo mutamento. Questa resurrezione inizia dall’interno, cioè dal modo in cui reagiamo alle circostanze della vita quotidiana. Far risorgere il potere della nostra volontà dalla passiva sottomissione agli impulsi dell’ego, scegliendo piuttosto in ogni situazione la via indicata dalla saggezza dell’anima, ci dà un immenso senso di libertà. E nelle circostanze in cui dobbiamo sopportare delle croci, se non le consideriamo ostacoli, ma occasioni per far risorgere le qualità eroiche della nostra anima, accresciamo enormemente la nostra forza spirituale e la nostra fede.

Nella coscienza avviene una meravigliosa trasformazione quando cerchiamo di espandere sempre più il nostro amore e la nostra solidarietà oltre gli angusti confini dell’ego e ci adoperiamo per aiutare gli altri. Il nostro guru, Paramahansa Yogananda, ha detto: “Con ogni gentilezza e ogni buona azione che compite, voi risorgete; e vi trovate immediatamente in sintonia con la divina coscienza del Cristo”. La compassione manifestata da Gesù ci tocca profondamente il cuore. Egli guardava al di là delle manchevolezze della gente e vedeva la scintilla divina immanente in ciascuno, anche nei suoi nemici. Quando anche noi cerchiamo il bene che c’è negli altri e ci adoperiamo per portarlo alla luce, seguiamo la via che lui ci ha indicato per vivere nell’amore del Cristo, incondizionato e universale, che è la forza trasfigurante più potente, capace di cambiare noi stessi, gli altri, e in definitiva il mondo.

Le azioni e i pensieri spiritualmente elevati conducono alla resurrezione dalla coscienza umana a quella divina. Ma per percepire pienamente l’inesauribile sorgente di amore divino e di gioia che ha sostenuto Gesù nella sua missione, abbiamo bisogno di sperimentare nelle silenziose profondità della nostra anima il beato stato di coscienza in cui lui è vissuto. Gurudeva ha promesso: “Se con la profonda meditazione cercherete di uscire dalle nebbie dell’irrequietezza, vi accorgerete infine di aver raggiunto l’immenso, luminoso regno spirituale dell’eterna felicità interiore. Questa è la resurrezione che voglio che voi conosciate”. Prego con tutto il cuore che questa Pasqua vi porti in modo tangibile l’esaudimento di questo desiderio del Maestro.


Auguro a voi e ai vostri cari una Pasqua colma di benedizioni e di gioia,

Brother Chidananda

Copyright © Self-Realization Fellowship. Tutti i diritti sono riservati.