|

Cercare Dio insieme

di Paramahansa Yogananda

Brani sull’importanza della meditazione praticata in gruppo, tratti dalle sue conferenze e dalle sue opere  

SRF Meditation Group, Rome, Italy
Gruppo di meditazione della SRF, Roma, Italia

La Self-Realization Fellowship è stata fondata allo scopo di far ritornare le anime a Dio grazie all’espandersi della loro stessa realizzazione del Sé, e offre un metodo graduale, universalmente vero e scientifico per conseguire questa realizzazione e raggiungere nel modo più rapido la meta ultima della felicità eterna. Mettendo in pratica gli insegnamenti della SRF scopriremo, proprio nell’intimo del nostro essere, all’interno della spina dorsale, la via della realizzazione del Sé, nella quale convergono i sentieri di tutte le religioni; la via regale della meditazione yoga che conduce direttamente alla dimora della Gioia Infinita.

Chiunque conosca la tecnica che permette di entrare in comunione con Dio, può trovarlo anche insieme ad altri devoti sinceri che hanno scoperto il segreto della meditazione. Molte persone credono di essere religiose, ma sono incapaci di comunicare con Lui; frequentarle alimenta soltanto opinioni prive di fondamento sul Signore e sulla vita spirituale e, a volte, culmina in conflitti teologici. Ma quando chi ha trovato la via universale che conduce alla liberazione entra in comunione con Dio insieme ad altri devoti che meditano profondamente, può realizzare il Sé anche in virtù del reciproco aiuto.

Il valore della compagnia spirituale

Fino a quando non cercheremo la compagnia di coloro che hanno visto, percepito e compreso personalmente l’essenza della vera religione, non potremo capire che cosa sia la religione né perché sia universale e necessaria.

SRF Meditation Group, Penedo, Brazil
Gruppo di meditazione della SRF, Penedo, Brasile

In India, da tempi immemorabili, coloro che desiderano sincerarmene conoscere Dio cercano la compagnia dei santi, o meditano sulle loro immagini insieme ad altri devoti. Esiste una profonda ragione spirituale alla base di questa pratica che i maestri hanno continuato a consigliare nel corso dei secoli. Lo yogi che ha appena cominciato a percorrere il sentiero spirituale è assalito da molteplici tentazioni che lo inducono a ricadere nelle cattive abitudini, nei pensieri futili e nell’irrequietezza. La forza illusoria di maya è potente e difficile da superare, specialmente all’inizio. Pertanto, coloro che desiderano migliorare se stessi vengono esortati dai maestri a intrattenere rapporti di stretta amicizia con persone dalla natura affine per rafforzare le proprie giuste aspirazioni.

In genere tendiamo a rassomigliare a coloro che frequentiamo, siamo influenzati non soltanto dalle loro parole, ma anche dalla silenziosa vibrazione magnetica che sprigionano.

Chi vuole diventare un artista deve frequentare gli artisti. Chi vuole diventare un abile uomo d’affari deve frequentare coloro che hanno avuto successo negli affari. Chi vuole diventare un gigante spirituale deve frequentare coloro che amano Dio.

La meta è conoscere Dio

SRF Meditation Group, Kalamazoo, Michigan
Gruppo di meditazione della SRF, Kalamazoo, Michigan, Stati Uniti d'America

Entrare in comunione con Dio è lo scopo dei centri della Self-Realization Fellowship. Non sapete quanto faccia piacere al Padre vedere che i devoti si riuniscono nel Suo nome. In India si può anche fare a meno di costruire un tempio, perché i devoti non hanno bisogno di un luogo specifico per meditare su Dio.

La Self-Realization Fellowship dà molta importanza alla pratica delle tecniche di meditazione sviluppate scientificamente dai santi dell’India, e raccomanda che i devoti si riuniscano frequentemente con l’unico scopo di percorrere insieme il sentiero interiore della realizzazione del Sé.

I gruppi di meditazione devono sorgere non per glorificare una causa o un leader, ma con la sola e chiara finalità di conoscere Dio grazie alla forza della concentrazione e della meditazione di più persone animate dallo stesso ideale.

Tutte le anime sono figlie di Dio, e sono una manifestazione della Sua volontà, ma a causa del proprio egotismo, l’essere umano separa la propria volontà da quella divina e, di conseguenza, ne riduce il potere dentro di sé. Concentrandosi profondamente, insieme ad altri ricercatori della verità, il devoto trasforma la sua volontà nella volontà di Dio; ricordando la propria identità con Lui, riconquista l’eredità divina della percezione di Dio. Ciascun devoto dovrebbe rafforzare la personale sintonia con la volontà del Signore grazie alla preghiera, alla comunione con Lui nella meditazione e alla compagnia spirituale.

Gesù ha detto: “Perché dove sono due o tre riuniti nel mio nome, io sono in mezzo a loro”. (Matteo 18, 20). Quando due o tre persone si uniscono per meditare su Dio, la forte concentrazione divina di un devoto rafforza quella più debole degli altri. Ma chi si riunisce nel nome del Signore e poi chiacchiera o pensa ad altro mentre apparentemente prega, oppure celebra meccanicamente un rito sacro senza comunicare interiormente con Dio, non potrà percepire la Coscienza Cristica che pervade la creazione.

Le benedizioni che scaturiscono dal meditare con altri

SRF Meditation Group, Christchurch
Gruppo di meditazione della SRF, Christchurch, Nuova Zelanda

La meditazione praticata in gruppo è simile a una fortezza che protegge sia i ‘neofiti’ spirituali sia i ‘veterani’ della meditazione. Meditare insieme aumenta il grado di realizzazione del Sé di ciascun devoto grazie alla legge dell’invisibile scambio di vibrazioni generato dal magnetismo del gruppo.

Ricordo bene il consiglio che mi dette Sri Yukteswar quando gli chiesi di impartirmi la sua disciplina spirituale: “Medita insieme a buoni compagni, perché ti aiuteranno a estrarre il burro della realizzazione del Sé dal latte della mente. Il latte si disperde nelle acque dell’illusione terrena e non riesce a rimanere a galla. Il burro galleggia senza difficoltà su quelle acque infide”.

Quanto si è rivelato giusto il consiglio del mio Maestro! Chi lasciò il gruppo che avevo costituito, anche se era spiritualmente progredito nella tecnica del Kriya Yoga, cedette agli influssi del mondo e ai suggerimenti delle subconsce tendenze materiali che aveva coltivato nelle incarnazioni passate.

Chi rimase, continuò a progredire verso la realizzazione di Dio grazie all’aiuto reciproco nei momenti di debolezza e di indifferenza. A volte, un’ombra di apatia spirituale offusca la luce dell’anima, come le nuvole che oscurano improvvisamente un cielo sereno; sta a noi farle scomparire al sole della buona compagnia.

Perché non rafforzate le vostre vibrazioni frequentando coloro che vogliono realizzare il Sé meditando insieme? Questa abitudine darà forza alle vostre convinzioni spirituali; scoprirete che molti ostacoli apparentemente insormontabili crolleranno e si dissolveranno nelle acque della meditazione. La devozione e l’amore che provate per Dio si uniranno alla devozione e all’amore degli altri devoti. Allora la gioia divina si sprigionerà da voi aiutando chiunque incontriate.

Se il vostro progresso spirituale attraversa un momento di stasi o di declino, meditare su Dio o sui grandi Maestri insieme ad altri devoti vi farà superare questo stato pericoloso. Le loro vibrazioni spirituali hanno il potere di elevare le vostre. Perciò meditare con altri devoti vi aiuterà ad accelerare la vostra evoluzione; essi vi saranno di ispirazione mentre ascendete la scala della realizzazione del Sé, e anche voi potrete aiutarli con il vostro esempio.

Creare le arnie e riempirle con il miele di Dio

Il miele ha bisogno di un’arnia, ma un’arnia senza miele è inutile. L’Oriente ama raccogliere il miele spirituale; l’Occidente ama costruire grandi arnie destinate a ospitare associazioni religiose. È più importante trovare il miele spirituale con la meditazione individuale che costruire grandi strutture organizzative. Ma le associazioni sono necessarie per consentire ai devoti di cercare Dio insieme. Se non esistesse la SRF, né voi né altri potrebbero beneficiare dei suoi insegnamenti.

SRF Meditation Group, Zagreb, Croatia
Gruppo di meditazione della SRF, Zagabria, Croazia

Innanzitutto cercate di realizzare il Sé, ma non trascurate l’associazione spirituale cui appartenete, perché sarebbe un atto profondamente egoista che ostacolerebbe il vostro progresso spirituale. Le arnie organizzative sono necessarie per raccogliere il miele della Verità che nutrirà nei tempi a venire i fratelli e le sorelle affamati. Ma ricordate, un’organizzazione religiosa che non coltivi la meditazione, sia individuale sia di tutto il gruppo, non ha significato. Il vostro primo desiderio deve essere quello di accogliere Dio dentro di voi, sull’altare della vostra realizzazione del Sé e, nel medesimo tempo, nei cuori uniti di tutti coloro che fanno parte della vostra associazione spirituale.

Mi rende felice vedere anche un piccolo gruppo di devoti che desidera ardentemente l’amore infinito di Dio. Siete stati mandati su questa terra per conoscere il Suo immenso amore e per servirLo altruisticamente. Questa è l’unica via che conduce alla liberazione, l’unica via che conduce alla vera felicità. Lavorate per Dio e meditate su di Lui ogni sera. Durante gli incontri del vostro gruppo meditate con coloro che lo frequentano; quando siete a casa, meditate da soli o con altri devoti che cercano Dio.

Ci si sta orientando verso i gruppi di meditazione 

La scienza dello yoga si affermerà in questa epoca più di ogni altra cosa. Tendenzialmente gli esseri umani si stanno allontanando dalle chiese, così come le conosciamo attualmente, per frequentare istituzioni e luoghi tranquilli dove trovare veramente Dio nella meditazione e non soltanto ascoltare una predica.

Invece di grandi chiese costose e di ministri preparati solo intellettualmente e desiderosi di assicurarsi un numero sempre più grande di ‘clienti’, si dovrebbero istituire piccoli centri di meditazione in luoghi tranquilli, dove i ricercatori della verità possano meditare e imparare a comunicare con Dio in compagina di altri devoti sinceri che meditano profondamente.

SRF Sunday School, Salvador, Brazil
Scuola domenicale della SRF, Salvador, Brasile

In questi gruppi non si dovrebbe dedicare il tempo ad ascoltare opinioni personali o teorie fantasiose sulla verità, ma si dovrebbe meditare insieme - praticando le tecniche graduali della SRF - e comunicare cosi con Dio ascoltando interiormente le Sue parole di pace e di saggezza.

Il silenzio della meditazione profonda dovrebbe essere coltivato di più in ogni centro e tutti i devoti dovrebbero parlare di meno. Durante gli anni della mia formazione spirituale nell’eremitaggio di Sri Yukteswar in India, raramente il Guru teneva discorsi. La maggior parte del tempo sedevamo intorno a lui in silenzio e venivamo rimproverati se ci muovevamo anche solo impercettibilmente.

I gruppi religiosi che si limitano a leggere buoni libri e ad ascoltare conferenze ed esecuzioni musicali, sono soltanto circoli sociali a sfondo teologico, nei quali manca il Maestro di Cerimonia della Vita, l’amato Signore. Soltanto i gruppi che si riuniscono nel nome di Dio e cercano di invocarlo nel tempio della meditazione sono realmente benedetti dalla Sua presenza.

La notizia che è possibile realizzare Dio si diffonde spontaneamente. Per questo motivo gli incontri organizzati al fine di praticare le tecniche di meditazione sono di vitale importanza; rafforzano la realizzazione del Sé che ciascuno ha già acquisito personalmente, suscitano un nuovo risveglio spirituale e incoraggiano i devoti a cercare il gruppo, senza attendere che sia il gruppo a cercare loro.

La meditazione di gruppo unisce, non per la personalità del leader, per le esecuzioni musicali o per le festività, ma in virtù della propria realizzazione del Sé. Allora i devoti vogliono riunirsi spesso, spontaneamente, per adorare Dio sull’altare della comune devozione. Le menti unite costituiscono canali più ampi grazie ai quali il potere di Dio fluisce in modo più forte in ogni anima.

Cercate Dio in un gruppo SRF

I centri di meditazione SRF dovrebbero nascere ovunque.

SRF Center, Atlanta, GA
Centro della SRF, Atlanta, Georgia, Stati Uniti d'America
 

Il mio Paramguru Lahiri Mahasaya ha sopportato il peso e le responsabilità di una vita familiare, eppure non ha mai smesso di comunicare con lo Spirito onnipresente. Questo grande Yogavatar, che ha fatto conoscere il Kriya Yoga in India e lo ha insegnato a tutti i ricercatori ricettivi, ha detto che i requisiti per conseguire la liberazione spirituale sono: la vicinanza di un Maestro simile al Cristo o la meditazione su di lui, la compagnia di altri aspiranti spirituali, e la pratica fedele della meditazione.

Frequentare i templi o i centri SRF ha un unico scopo: stare con Dio. Non frequentateli per le belle parole o per i canti; andate per percepire la Sua presenza nella meditazione!

Ricordate sempre che quando il devoto è all’inizio del cammino spirituale, l’ambiente è più potente della forza di volontà!

Sappiate che la vostra presenza e i vostri sforzi sono necessari. Non volete dunque partecipare ai servizi del vostro gruppo o del vostro centro oggi e in futuro, e offrire a coloro che se ne occupano praticamente il vostro leale aiuto in ogni senso? Io sono con voi nel pensiero e nello spirito perché è il Signore che mi ispira a rivolgervi queste parole. Sintonizzatevi mentalmente con me e con i grandi Maestri e la vostra vita migliorerà.

La meditazione di gruppo è simile a una fortezza che protegge sia i ‘neofiti’ sia i ‘veterani’ della meditazione. Meditare insieme aumenta il grado della realizzazione del Sé di ciascun devoto, grazie alla legge dell'invisibile scambio di vibrazioni generato dal magnetismo del gruppo.

Paramahansa Yogananda

Una lettera di Sri Daya Mata sul valore della meditazione di gruppo


Altri gruppi di meditazione della SRF nel mondo:

SRF Meditation Group, Tokyo, Japan
Tokyo, Giappone
SRF Meditation Group, Leicestershire, U.K.
Leicestershire, Regno Unito
SRF Meditation Group, Curitiba, Brazil
Curitiba, Brasile

 

 

 

 

 

 

"Direi che dopo tutti questi anni di meditazione di gruppo, costante e rigorosa, con i devoti che progrediscono gradualmente e con l'aumentare del tempo trascorso a meditare insieme, il risultato è profondo. So che quelli di noi che partecipano pensano allo stesso modo, e gli altri che sono venuti successivamente hanno detto di percepire la pace".
J.B., Amherst, Massachusetts

SRF Meditation Group, Seattle, WA
Seattle, Washington, Stati Uniti d'America
SRF Meditation Group, Reutlingen, Germany
Reutlingen, Germania
SRF Meditation Group, Manizales, Colombia
Manizales, Colombia

 

 

 

 

 

 

"Amo il nostro gruppo e mi piace meditare con loro. Mi piace particolarmente il servizio di guarigione".
Adelaide, Australia
SRF Meditation Group, Singapore, Malaysia
Singapore
SRF Meditation Group, Knysna, South Africa
Knysna, Sudafrica
SRF Meditation Group, Târgu Mureș, Romania
Targu Mures, Romania




"Non siamo molti, ma siamo un gruppo forte e impegnato. Stiamo tutti facendo progressi nel nostro percorso, e tutti siamo stati aiutati immensamente dal meditare insieme".
JC, Bishop, California 

SRF Meditation Group, Bologna, Italy
Bologna, Italia
SRF Meditation Group, Lima, Peru
Lima, Perù
SRF Meditation Group, Leiria, Portugal
Leiria, Portogallo




"L'incontro è stato meraviglioso. Quale gioia! Eravamo cinque devoti, che cantavano e meditavano. Jai Guru!".
A.Z., Tel Aviv, Israele 

Copyright © Self-Realization Fellowship. Tutti i diritti sono riservati.